Enter your keyword

Nella Parigi della Beat Generation

Nella Parigi della Beat Generation

Durante la pausa estiva di Agosto siamo stati a Parigi, città alla quale siamo fortemente legati e sempre straordinariamente ricca di iniziative culturali. Abbiamo colto l’occasione per visitarne alcune che ci fa piacere condividere con voi.
La prima di queste si trova al Centre Pompidou fino ad Ottobre, ed è dedicata al movimento (contro-)culturale della Beat Generation.

Tra il 1957 e il 1963, Parigi è uno dei centri principali della Beat Generation: William Burroughs, Gregory Corso, Allen Ginsberg, Peter Orlovsky, Brion Gysin, ecc. risiedono infatti regolarmente presso il Beat Hotel, al 9 di rue Git-le-Coeur, ovverosia il centro bohemien della Parigi del dopoguerra. E’ qui, in particolare, che Brion Gysin, William Burroughs e Antony Balch sviluppano la tecnica del “cut-up”. Burroughs scrive qui ‘Il pasto nudo’, e Brion Gysin inventa la sua Dream Machine.
Beat Generation Pompidou
Beat Generation Pompidou
Beat Generation Pompidou
L’intento di questa retrospettiva inedita è quello di mostrare la natura multimediale del movimento, il quale ha saputo andare ben al di là del famoso rotolo unico su cui Jack Kerouac ha scritto ‘On the Road’, servendosi anche della pittura e del video come mezzi espressivi.
Essa ha ricevuto recensioni eccentricamente favorevoli: lo scrittore Robert McLiam Wilson, visitandola per Repubblica, l’ha definita «Una mostra strampalata e dilettantesca su un movimento strampalato e dilettantesco». Il nostro giudizio è invece convintamente più positivo e ve la consigliamo senza alcun dubbio!

Related Posts

No Comments

Leave a Comment