Enter your keyword

Wunderkammer DIMA – LYON – BRUXELLES: Un Volo da Piccioni

Wunderkammer DIMA – LYON – BRUXELLES:  Un Volo da Piccioni

Wunderkammer DIMA – LYON – BRUXELLES: Un Volo da Piccioni

Che ci crediate o no, i protagonisti di questo episodio di Wunderkammer DIMA sono i piccioni: proprio questi uccelli disprezzati da tutti, scacciati da tutte le piazze, monumenti e bistrot delle nostre città, hanno scatenato la fantasia dell’artista armeno Gaguik Martirosyan, che ha deciso di dedicar loro il polittico “Lyon- Bruxelles”, esposto qui nella nostra galleria nell’ambito della personale Composition.
Accantonato infatti il moto di ribrezzo che proviamo quando vediamo avvicinarsi un esemplare di questa specie al tavolo su cui stiamo pranzando, dobbiamo pur riconoscere a questi denigrati pennuti di aver giocato un ruolo centrale nella storia della comunicazione e dei trasporti via aria.
Ed è proprio l’allevamento dei piccioni viaggiatori che ha solleticato la fervida fantasia del pittore. Folgorato dal racconto della gara di velocità che si svolge ogni anno fra Lione e Bruxelles, dove la distanza percorsa da questi uccelli è di oltre 300 miglia, Gaguik non ha potuto fare a meno di dedicare un personale tributo a questi “purosangue del cielo”.
Un omaggio condito con la consueta ironia e vena poetica di cui quest’artista è maestro: se guardate con attenzione, nel dipinto non si vedono solo nuvole ed aerei, ma anche macchine e strade asfaltate. E se vi state domandando il perchè di questa scelta, la risposta è di una semplicità strabiliante: il piccione che arriva prima è quello che imbocca l’autostrada!
Artista armeno residente a Parigi, Gaguik Martirosyan è nato a Potsdam a pochi passi dalle sfarzosa reggia di Sans-souci, ha esposto a New York ma resta legato alla sua terra d’origine, l’Armenia, dove le religioni hanno fissato l’alba del mondo.      Con la Galleria Magenta 52, divenuta in seguito DIMA art& design, l’artista ha all’attivo quattro esposizioni: Il paradosso dell’esistenza, inaugurata nel Febbraio del 2003, Diario di viaggio di un sedentario, nel Maggio 2006, la mostra Tracce, Pittura e Musica del 2010, ed infine Composition, apertasi il 13 Maggio e visitabile fino al 16 Settembre 2017.

Related Posts

No Comments

Leave a Comment