Enter your keyword

Bicio Fabbri – Hurricane – Jazz Manciola: Terapia Fiumara

Bicio Fabbri – Hurricane – Jazz Manciola:  Terapia Fiumara

Bicio Fabbri – Hurricane – Jazz Manciola: Terapia Fiumara

Fumetto, Comics, Graphic Novel o Nona Arte: qualunque di queste sia la definizione che preferite, finalmente questo medium dinamico, ponte fra arti visive e letteratura, fa il suo debutto nella nostra galleria con “Terapia Fiumara”: una mostra che vede protagonisti i vignettisti, illustratori e “paroliberisti” Bicio Fabbri, Hurricane e Jazz Manciola. Tre artisti poliedrici, diversi per età, provenienza e formazione, che hanno trasformato il loro vivace inconscio in narrazioni illustrate, quintessenza della loro libera, umoristica e decisamente poco diplomatica visione del mondo.

Attacca-anni

Il loro lavoro non può essere incanalato in nessuna definizione o corrente, ed è per questo che gli artisti hanno deciso di farlo psicoanalizzare dalla Dottoressa Fiumara, terapeuta specializzata in “psicoartisti” dal cui nome trae il titolo questa mostra-performance. Dall’analisi della stessa dottoressa: 

La produzione che presentano questi tre giovani artisti non va vista come una raccolta di immagini. Piuttosto mostra con efficacia gli effetti di una lavoro di intreccio riflessivo tra il percorso psicoanalitico soggettivo, esperienza di ognuno, e le capacità individuali di rappresentazione artistica. Ciò che cattura lo sguardo è innanzitutto la diversa prospettiva con cui gli artisti ci presentano delle produzioni figurative in grado di dare forma all’informale, cioè di creare a partire da una riflessione che si origina da uno sguardo attento sugli interstizi occulti e nascosti del reale contemporaneo, del mondo sociale, che gli autori, aiutati dal lavoro analitico, riescono a cogliere e a rappresentare con humor e ironia.  L’intreccio tra esperienza psicoanalitica e capacità artistica si evince dall’efficacia rappresentativa del reale in gioco. Il quotidiano, l’incerto, l’orrido, cioè ciò che inquieta e perturba, è rappresentato con un livello di esteticità originale. Recupero e rivalutazione, non certo marginale né banale, di un reale irrappresentabile  e non dicibile. Dunque non solo controcultura e fumetti underground. Produzioni artistiche effetti di una ricerca e di un’analisi culturale e sociale decisamente sovversiva , autonome soggettivamente, che risentono del lungo lavoro psicoanalitico effettuato dai tre artisti.

La produzione dei tre autori mostra con efficacia il fine etico dell’atto creativo: dare forma all’informe, parola al non dicibile. Del resto Nietzsche sottolinea, nella Nascita della tragedia, come la vita, per sopportare se stessa, ha bisogno dell’arte.

Renata Tagliata
Ginetto Filetto

Dalla “liberatoria creazione fantastica” delle colorate pitture-striscia di Bicio Fabbri, che si espandono oltre i confini della tela per trovare supporti inaspettati, alle bizzarre creaturine antropo-botaniche ed i collages dal sapore dada di Hurricane, fino alla cartografia visionaria degli album paroliberi del maceratese Jazz Manciola, ispirati a quella “marchigianità scivolosa che si annida dentro ciascuno di noi”.

Una mostra che scava nel subconscio dei tre artisti con l’intento (forse) di far riaffiorare manifestazioni inespresse anche nel pubblico che si presterà al gioco.

BICIO FABBRI 

Fabrizio Bicio Fabbri è pittore, disegnatore, umorista.

Nato in provincia di Firenze nel 1954, divora fumetti e disegna da quando era bambino.  Si diploma nel 1973 al Liceo artistico di Bologna. I suoi punti di riferimento vanno dall’arte metropolitana newyorkese di Keith Haring o Basquiat alla migliore tradizione del fumetto sociale e umoristico.  Negli anni sperimenta diverse tecniche di pittura e disegna fumetti e vignette per celebri riviste di satira come «Frigidaire», «Zut», «Cuore», «Renudo», «XL», «Emme», «Ellin Selae».Nel 2007 riceve il premio per la satira di Forte dei Marmi e nel 2011 partecipa alla Biennale di Venezia.

Oggi vive e lavora a Castenaso (Bologna).

HURRICANE

Ivan Manuppelli aka Hurricane (Milano 1985).

Fumettista, illustratore, videomaker. Come autore ha disegnato per le riviste «Linus»,  «Frigidaire» , «Il Male di Vauro e Vincino», «Splatter» e l’americana «Mineshaft». E’ fondatore e direttore della  rivista «Puck!», su cui hanno pubblicato importanti autori italiani e protagonisti del fumetto underground americano e internazionale.

I suoi libri autoprodotti: Piccolo manuale di anatomia spiccia e anarcoinsurrezionalista (2015),  Almanacco dei cuori solitari (2015) e “Botanica Satanica” (2017). Per Stampa Alternativa ha realizzato il volume “Come distruggere Ikea e salvare il tuo sabato”.

E’ l’inventore della serie animata Aztrokitifk & Mario Show e periodicamente pubblica negli Usa la serie “Silly Shocking Stories” e “Capone back from Hell” per il circuito Chicago Comics. Nel 2016 con la storia  a fumetti intitolata “L’Attesa” è tra gli autori del libro “La Rabbia” edito da Einaudi .

Dal 2007 è parte del festival Crack a Roma e dal 2016 è tra gli organizzatori di Afa al Leoncavallo.

JAZZ MANCIOLA

Gianluca Jazz Manciola nasce per scherzo l’ 1 aprile del 1991 a Macerata.
Fino all’età di 13 anni è impegnato nella fabbricazione di amici immaginari, nell’osservazione delle colline marchigiane (dove risiede fino ai 19 anni) e nella degustazione del vino allungato con acqua(chiamato “paccatello”). Instradato a forza dalla propria incoscienza verso l’istituto statale d’arte di Macerata, genera insieme  ad altri 4 umani (Tommy Gun,Dodo,Teto e Leo Jack Flash) il gruppo sovversivo CZBBL, che ha come principale  scopo il sabotaggio delle ricreazione nei vari licei maceratesi.
Trasferitosi a Milano, si introduce nei gangli dell’Architettura, studiando al Politecnico.
Nello stesso tempo, si compromette generando la follia urbana di Via dell’Ironia, cavalcando l’idea di Mau Jiddu insieme  a Phelipe Tracò e il resuscitato Leo Jack Flash che cambierà poi pelle in Leo Moroh.
Conosce Albert Figurt che lo instraderà alla carriera di “Cartografo Visionario”.
Ha recentemente conseguito una laurea in Architettura e una honirs causa in Medicina Piscografica, e pratica come “Dottore Psicografico Ciarlatano”.
E’ attivo come disegnatore e giullare di corte presso vari circuiti di autoproduzione a fumetti meneghino-marchigiani e in alcune realtà produttive milanesi.Tra le più note c’è l’eclettico studio Mammafotogramma.

INGRESSO LIBERO

INAUGURAZIONE VENERDI’ 13 OTTOBRE 2017 ORE 18.30

La mostra sarà visitabile dal 13 Ottobre al 17 Novembre

da martedì a venerdì: 10.00 – 12.30 / 14.30 – 19.30

sabato: 9.30 – 12.30 /15.30 – 19.30

COME PARTECIPARE

Iscriviti tramite Eventbrite

TIENITI INFORMATO SULL’EVENTO

L’hashtag ufficiale è #terapiafiumara

Facebook: facebook.com/DIMAdesignPage

Instagram: instagram.com/dimadesignpage

Twitter: twitter.com/DimaDesignPage

O scrivici a: info@dima-design.it

Related Posts

Comments (2)

  1. […] fare da cornice artistica della serata la mostra TERAPIA FIUMARA, dedicata al Fumetto e all’Illustrazione degli artisti Bicio Fabbri, Hurricane e Jazz […]

  2. […] e vignettista Bicio Fabbri, protagonista insieme a Hurricane e Jazz Manciola della mostra “Terapia Fiumara“, inaugurata lo scorso 13 Ottobre presso la nostra […]

Leave a Comment