Enter your keyword

Fictilia – La Ceramica a Tavola

Fictilia –  La Ceramica a Tavola

Fictilia – La Ceramica a Tavola

La ceramica torna di nuovo protagonista della nostra galleria nell’ultimo evento che chiude la stagione espositiva 2017: “FICTILIA” è infatti una mostra tripersonale, dedicata alle opere di Agnes Duerrschnabel, Antonio Ginto e Guido De Zan, i tre artisti vincitori del concorso ceramico lanciato lo scorso anno da noi di DIMA art& design, “Il Vuoto Creativo”.

Dopo essersi confrontati con le implicazioni estetiche contenute nel rituale giapponese della cerimonia del tè,  i tre ceramisti tornano a declinare la loro arte in ambito “domestico”: nuovo motivo ispiratore delle loro creazioni è questa volta la tavola.   Gres, porcellana, maiolica, terracotta, raku…la sconfinata duttilità dell’argilla dà libero sfogo alla creatività, plasmando manufatti che, pur essendo definiti nella loro funzione, si presentano sempre nuovi e diversificati nella forma. Una tale libertà produttiva non può che incontrare il favore dell’artigianato artistico, da sempre aperto a reinterpretazioni e rivisitazioni nei confronti di una materia, come la ceramica, che può dirsi a tutti gli effetti portavoce e custode di abitudini alimentari e stili di vita.

I tre artisti si confrontano quindi liberamente sull’argomento scelto, con produzioni che rispecchiano stili e approcci alla materia completamente differenti fra loro, tutti ugualmente validi e originali: le romantiche e bizzarre creazioni di Agnes Duerrschnabel, che traggono ispirazione dell’elemento naturale a lei caro (“…viaggi di pesci, schizzi dell’acqua (di mare o di lago), nidi di vespe,…tutto mi suggerisce forme e storie alle mie costruzioni”, nelle parole della stessa artista), interagiscono con le sagome essenziali, equilibrate e “munariane” delle opere in gres di Guido De Zan (“Guido è uno dei pochi ceramisti che si preoccupa di dare non solo una forma ai suoi oggetti, ma anche una pelle particolare”, in una nota dello stesso Bruno Munari), mentre a colpo d’occhio si è subito catturati dalle intense sfumature di verdi, turchesi e rossi, contenute nella raffinata produzione di Antonio Ginto, l’unico dei tre ad interfacciarsi con la tecnica raku.

A completare la produzione ceramica “da tavola”, in mostra anche una piccola vetrina di gioielli artistici realizzati dai tre ceramisti.

 AGNES  DUERRSCHNABEL

Tedesca di origine, vive da 30 anni in provincia di Como e ad ancora più tempo risale la sua passione per la ceramica. Nata come autodidatta, nel 1985 frequenta il suo primo corso da dilettante in Germania e comincia fin da subito a creare piccoli oggetti. Una volta trasferita in Italia ha conosciuto il ceramista Walter Castelnuovo, dal quale ha iniziato ad apprendere varie tecniche e perfezionare le sue capacità. Determinata a trasformare questo hobby in un lavoro, nel 2007 decide di intraprendere gli studi di ceramica in maniera approfondita e dopo cinque anni ha concluso un corso quinquennale presso la Staatl Fachschule für Keramikgestaltung Höhr-Grenzhausen (Istituto di Stato per il Design delle Materie Ceramiche), conseguendo la qualifica di Designer di Materie Ceramiche e formatrice professionale nel settore.

ANTONIO GINTO

Antonio Ginto scopre la ceramica Raku casualmente nel 2003.
Da allora l’interesse per questa tecnica e le sue potenzialità cresce costantemente sino a trasformarsi in una vera e propria passione.  La sua formazione,come ceramista,non si avvale della frequentazione di scuole o accademie. Ciò che fa crescere la sua conoscenza è  lo studio dei maestri, l’osservazione attenta della natura e dei suoi elementi,la ricerca e la sperimentazione di materiali,colori,forme e tecniche.
Sviluppa metodi del tutto personali che producono risultati coerenti e variegati, di diverso  impatto estetico  ed espressivo,originali ed inediti.
Partecipa a numerose manifestazioni,performance,concorsi e mostre, ottenendo riconoscimenti e premi. Sue opere sono presso enti pubblici e collezioni private,in Italia e all’ estero.
Vive e lavora ad Olgiate Molgora.

GUIDO DE ZAN

Nasce a Milano nel 1947. Nel 1974, dopo aver lavorato otto anni nel campo dell’assistenza a ragazzi con disabilità mentali, si laurea in Sociologia all’Università di Trento. Nel 1975 inizia la ricerca nel campo ceramico, utilizzando grès e porcellana per realizzare sia sculture che oggetti d’uso. Dal suo laboratorio con forno ceramico, aperto a Milano nel 1978, sono passate generazioni di assistenti ed allievi provenienti da tutto il mondo. Recentemente, alla produzione ceramica affianca incisioni a secco e acqueforti. Vive e lavora a Milano.

INGRESSO LIBERO

INAUGURAZIONE DOMENICA 3 DICEMBRE 2017 ORE 17.30

La mostra sarà visitabile dal 3 Dicembre 2017 al 28 Gennaio 2018

da martedì a venerdì: 10.00 – 12.30 / 14.30 – 19.30

sabato: 9.30 – 12.30 /15.30 – 19.30

COME PARTECIPARE

TIENITI INFORMATO SULL’EVENTO

L’hashtag ufficiale è #fictilia

Facebook: facebook.com/DIMAdesignPage

Instagram: instagram.com/dimadesignpage

Twitter: twitter.com/DimaDesignPage

O scrivici a: info@dima-design.it

Related Posts