Enter your keyword

Matteo Volpati

Matteo-Volpati-DIMA-art&-design

Matteo Volpati, artista e scultore milanese, utilizza la carta come strumento d’espressione. Grazie a questa materia, duttile nelle sue mani,
Volpati dà vita a sculture-installazioni che sembrano immaginate per una scenografia teatrale dal gusto onirico, in bilico fra fantasia infantile e presenza inquietante.

Lupi Bassorilievo DIMA art& design

Matteo Volpati utilizza la sua arte come strumento di controllo e di ri-appropriazione della realtà che lo circonda.

Tema da sempre ispiratore della sua produzione creativa è il confronto/scontro fra natura e società moderna; il cammino di civilizzazione umana è letto dall’artista come una dolorosa rinuncia all’istintività in favore delle logiche d’interesse, assumendo così inevitabilmente i caratteri dell’in-comunicabilità, dell’alienazione sociale fra individui della stessa specie.

La carta rappresenta allora il mezzo espressivo con cui risolvere questo conflitto interiore, l’espediente per riallacciare la perduta armonia fra Uomo e Natura: in questa materia così umile e al tempo stesso così versatile, Volpati trova il proprio strumento di riscatto, stracciando, arrotolando e ri-unificando con l’utilizzo della colla e del colore, per trasformare ogni residuo antropomorfo in forma animale, libera da qualsiasi regola o condizionamento sociale.

Alcune immagini dei lavori esposti in occasione della mostra personale ANIMALa NATURA  presso il nostro spazio espositivo

Collocandosi a metà fra scultura, quadro ed installazione, l’opera di Volpati non teme la contaminazione fra generi.  Una contaminazione ulteriormente approfondita dalla presenza dei light box d’autore, progettati da DIMA art& design in collaborazione con l’artista, che presta la sua esperienza grafica al servizio del design.

Disegni su carta cotone (hahnemuhle) utilizzati per la realizzazione dei light box d’autore:

Matteo Volpati è nato a Milano nel 1973, ha frequentato la scuola di illustrazione del Castello Sforzesco ed ha conseguito la laurea presso l’Accademia di Belle Arti di Brera nel 2003.
Dal 2006 espone regolarmente in Italia e all’estero sculture di animali e uomini, a volte unite in un solo corpo, come messaggio di unicità.
La collaborazione con DIMA art& design risale al 2010, quando le sue grandi sculture vengono scelte per rappresentare lo stand della ditta Ares al  “Light+Building” di Francoforte.

Da quel momento, l’artista rimane un punto fisso dell’équipe creativa di DIMA, mentre negli anni approfondisce la sua ricerca grafica e plastica, segnando altre tappe importanti del suo percorso artistico. Fra queste, degna di menzione è senz’altro la personale del 2014 presso la Fondazione Museo Luciana Matalon di Milano, ma anche le seguenti collettive negli spazi del MUVI, Museo e Associazione culturale milanese.

L’ultima, ricchissima, mostra personale dello scultore milanese inaugura nell’Agosto 2015 nel piacevole contesto del Castello di Zavattarello, borgo medioevale in provincia di Pavia.