Enter your keyword

Bicio Fabbri

al-museo-magiweb

Fabrizio Bicio Fabbri è pittore, disegnatore, umorista.

Nato in provincia di Firenze nel 1954, divora fumetti e disegna da quando era bambino.  Si diploma nel 1973 al Liceo artistico di Bologna. I suoi punti di riferimento vanno dall’arte metropolitana newyorkese di Keith Haring o Basquiat alla migliore tradizione del fumetto sociale e umoristico.  Negli anni sperimenta diverse tecniche di pittura e disegna fumetti e vignette per celebri riviste di satira come «Frigidaire», «Zut», «Cuore», «Renudo», «XL», «Emme», «Ellin Selae».Nel 2007 riceve il premio per la satira di Forte dei Marmi e nel 2011 partecipa alla Biennale di Venezia.

Oggi vive e lavora a Castenaso (Bologna).

Nell’ottobre 2017 partecipa insieme agli artisti Hurricane e Jazz Manciola alla mostra Terapia Fiumara, un esposizione dedicata al Fumetto e all’Illustrazione d’autore ospitata nei nostri spazi.

Da lontano sembrano grandi puzzle colorati, oppure arazzi futuristi, presenze allegre in cui forme e colori si incastrano, in una danza densa di figure famigliari dai profili zigzaganti o arrotondati.
Da vicino sono immagini parlanti, capaci di raccontare tante microstorie quante se ne sanno cercare: una sfida allo sguardo perché si soffermi a lungo, senza lasciarsi frastornare dalla forza vitale del segno grafico di contorno, dalle campiture piatte e squillanti, dagli innesti di parole e di simboli curiosi, che lievitano leggeri qua e là, incursioni di fumetti in quadri che sembrano vignette un po’ cresciute.
Da dentro – dove a tutti almeno una volta piacerebbe fare un giro – sarebbero micromondi sentimentali e scanzonati, fragorosi di gente stressata, automobili e schermi televisivi, ma anche di cinguettii, di pensieri liberati, di musica rock e canzoncine, di baci e domande.
Sospesi tra gioco e acuta critica sociale, i Fumettoquadri di Bicio Fabbri riescono a far sorridere, pensare e sognare senza mai mentire, a cominciare dal loro strano nome, che Bicio ha scelto per dire subito a tutti come è fatto il suo mondo.

Valeria Tassinari

Hallo Violet, acrilico e pennarello su legno, 103x32 cm,  2017
Amore tra i rovi acrilico e pennarello su legno, 100x29 cm,  2017